Michele Chiarlo – chef Mariuccia Roggero

5 Maggio 2019

Dalle 15.30 alle 18.30

Calamandrana

€ 45,00 Solo online: € 40,00

Visita alla cantina Michele Chiarlo.

Al termine del tour potrai gustare un aperitivo preparato dallo chef stellato Mariuccia Roggero.

La visita comprende:
– Trasferimento andata e ritorno in navetta con partenza da Alba (Piazza Medford, 3 – Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra”). Partenza ore 15.30, ritorno ore 18.30 circa
– Aperitivo con lo chef
– Visita guidata in cantina


Mariuccia Roggero

“…di là dalle siepi si sentiva la vigna e si vedevano le canne: è questa la bellezza di Canelli. Sembra di essere lontano, in un paese diverso, e la collina non è più la collina, anche il cielo è più chiaro, come quando fa sole e piove insieme…” – Cesare Pavese –

E’ ancora così Via Alba a Canelli; oggi come allora dietro le case si sente la vigna, e tra i tigli la collina ha il colore dell’uva bianca. Oggi come allora c’è il San Marco. Ai tempi di Pavese era un antico “ostu” con stallaggio, che prendeva il nome da una chiesetta nei pressi. Durante la festa del Santo evangelista le donne delle campagne vi andavano in pellegrinaggio per propiziare lo schiudersi dei “bigat”, i bachi da seta che portavano in seno. Oggi non c’è più la chiesetta, e nemmeno i “bigat”, ma c’è ancora il San Marco, e “l’arietta di vinacce di Moscato” che ogni tanto alita tra i tigli. E ci sono Mariuccia e Piercarlo, che con discrezione e perseveranza tengono viva la grande civiltà gastronomica di queste terre, ringiovanendola con amore quando necessario, e riscoprendola in molti casi sotto le contaminazioni e gli oblii.
Michele Chiarlo

Tradizione e rigore. Leggerezza e passione. Cura del paesaggio, arte, comunità. Sostenibilità e sperimentazione. Con una pennellata pop e un tocco di spensieratezza.

Dal 1956, Michele Chiarlo vinifica l’essenza del Piemonte, amando e valorizzando il più incredibile territorio vitivinicolo al mondo. Coltivano 110 ettari di vigneti tra Langhe, Monferrato e Gavi, i migliori cru nel pieno rispetto di severi criteri ecologici, del terroir e delle loro espressioni. Michele, Stefano e Alberto Chiarlo continuano a lavorare seguendo la tradizione di una cantina familiare dal respiro internazionale. Attenzione ai dettagli, cura maniacale dei vigneti, vinificazioni nel rispetto dei terroir e dei vitigni, artigianalità delle lavorazioni. Caratteristiche che fanno di Michele Chiarlo una delle più importanti realtà vitivinicole del Piemonte, che crede esclusivamente sui vitigni autoctoni e su questi continua ad investire.

Tutti gli appuntamenti di: Vinumincantina - Vinum 2018